• ivanbonandi

LA STABILITÀ DEL NUCLEO



"Fare gli addominali" è da sempre associato a un concetto estetico ma la tonicità/elasticità di questa area del corpo definito "core" o "nucleo" va ben oltre l'esigenza di avere gli addominali scolpiti.

Peggio ancora se questa zona viene completamente lasciata andare.


Fare TROPPO o non fare NULLA non va comunque bene.

È più corretto parlare di STABILITÀ del NUCLEO, perché limitarsi a fare "solo" gli addominali non è sufficiente se ad esempio non si tiene conto degli "obliqui" o dei "glutei".

È molto importante tenere conto dell'elasticità della colonna preparando prima il corpo all'effettiva attività di rinforzo.


Le conseguenze ci saranno è inutile far finta di niente

Di seguito alcune conseguenze della mancata stabilità:

- mal di schiena repentini

- ernie discali

- ernie inguinali

- prolassi

- disfunzioni viscerali (intestino - stomaco)

- disfunzione diaframma

- invecchiamento precoce della schiena, anche e bacino (riduzione tono calcico, debolezza cronica).

È quindi importante sapere cosa fare e farlo bene.


Stiamo bene se siamo FORTI e ELASTICI allo stesso tempo.

Propongo una sequenza basica che utilizzo quotidianamente chiaramente va adattata a ogni soggetto.





Le figure 1-2-3 sono di scarico ed elasticità condizione necessaria per non sovraccaricare troppo la schiena,

le figure 4-5-6-7 sono di rinforzo dei principali gruppi muscolari che danno "forza" al nostro nucleo.

Servono meno di 30 minuti mettendo pause da 1-2 minuti fra ogni posizione, almeno 2 volte la settimana tutta la vita se si vuole stare bene.

Non è assolutamente sbagliato una camminata leggera di almeno 5 km per prepararsi e riscaldarsi e poi eseguire la sequenza di rinforzo del nucleo.


N.B la sequenza va adattata nel caso in cui ci siano dolori o disfunzioni lombari. È sempre importante il confronto con uno specialista.


Per info 3317553370 anche whatsapp

253 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
logo 3.png